Antonio Presti ha realizzato la sua prima personale a Caltanissetta alla Galleria “IL RE D'AREMI” già nel 1968 a soli 17 anni. I dipinti del periodo universitario a Palermo (frequenta la Facoltà di Medicina nel 1972/73) sono caratterizzati da una forte carica sociale. 

 Così scrive Matteo Collura sul GIORNALE di SICILIA nel 1972 in occasione di una sua   esposizione a Palermo:                      
                                        “Le tele di Antonio Presti sono come grandi fotografie sgranate: fanno pensare, ad effetti artificiali
                                        tanto usati nel cinema contemporaneo. Un discorso abbastanza moderno anche questo...”

 Dal 1974 al 1978 pubblica 4 cartelle comprendenti ciascuna sei linoleografie in bianco e nero e a colori dedicate alla sua gente di Sicilia, pubblicati su alcune riviste di Arte e Cultura tre le quali, nel dicembre del 1975, IL FOGLIO D'ARTE dove si legge:
        “Questa seconda cartella fa parte della numerosa serie di incisioni eseguite dall'artista nel 1974; una sorta di diario grafico nel quale egli, attingendo alla tradizione popolare, evidenzia quelle costrizioni sociali e ambientali che perennemente ostacolano lo sviluppo umano e sociale.”


    La sua migrazione in Piemonte, nel 1975, lo porta a Sauze d'Oulx (TO) dove con tre amici fonda la Libreria-Galleria d'Arte “SPAZIO” e cura interessanti esposizioni di artisti torinesi (Ezio Gribaudo, Mario Gambedotti, Giò Minola) ed artisti nisse- ni (Franco Spena, Andrea Vizzini). Il contatto con la natura dei boschi ed il silenzio della montagna lo ispirano a creare “un originale intreccio di rappresentazioni arboreo-climatiche-naturalistiche” (Giuseppe Piccoli).

 Nel 1979 si trasferisce a Cuneo, e nel suo atelier/laboratorio nel centro storico sviluppa e realizza vari cicli dedicati agli alberi.

        “Il lungo, meditato, misurato itinerario pittorico di Antonio Presti si identifica con un naturalismo rivi- sitato, con una ricerca attenta ai valori del colore e della materia, con una figurazione legata alla visione della realtà. 

Un dettato, il suo, che trova un determinante riscontro nell'osservazione del paesaggio circostante, nell'incanto della luce che s'insinua tra i grandi alberi, nell'emblematica definizione del metafisico 'Alberi Blu...'  ” (Angelo Mistrangelo).

 Da circa due anni, parallelamente ai “RESTI D'OPERA” sta realizzando l'installazione modulare crescente “ALBERI INFINITI” in continua crescita, come cresce il bosco ( misura attualmente 25 metri, già esposta nell'agosto del 2012 alla manifestazione ARTEINGIARDINO ad Oulx (TO).

 Nelle performance dei RESTI D'OPERA riprese in video a CUNEO, PARIGI e in SICILIA , lanciate su YOU-TUBE, l'artista frantuma e trasforma le sue opere per una causa PRO o CONTRO, (dedicato alle donne vittime di violenza fisica e psico-logica, contro la fuga dei cervelli all'estero, ecc.). La metamorfosi dei dipinti sacrificati genera i RESTI D'OPERA che l'artis-ta mette sotto-vuoto o in barattoli di vetro etichettati, numerati e firmati, per conservarne la memoria.
Le recenti esposizioni del 2013, in collettiva a FERRARA al Palazzo della Racchetta e a TORINO alla Galleria 20 dal titolo “DRAMATIS PERSONAE”, con catalogo Mondadori (in libreria dal Dicembre 2013) hanno riscontrato buon successo di pubblico e di critica.

 Attualmente vive ed opera tra Torino e Parigi, dove realizza i suoi “boschi della memoria” su carta recente ed antica che trova nei “marchés aux puces” parigini, per farne acquarelli e tecniche miste.


STAMPA SPECIALIZZATA
(Catalogo Bolaffi n.15- Catalogo Mondadori n.40, ecc.)

PRINCIPALI MOSTRE PERSONALI E COLLETTIVE

1969- CALTANISSETTA-Galleria "Il Re d'Aremi" 1^ personale
1971-PALERMO- Collettiva di pittori Nisseni
1979- SAUZE D'OULX- Galleria d'Arte "Spazio"-personale
1980- CUNEO- Galleria d'Arte "Etruria"- personale
1981- TORINO- Galleria d'Arte "Doria" - collettiva
1993- BOLOGNA- Arte Fiera- personale
1995- LIMONE PIEMONTE (CN)-Galleria "Arteincornice"-collettiva
1997- OULX (TO)- Arteingiardino-personale
1999- SALUZZO (CN) IV mostra mercato d'arte contemporanea-personale
2001- TORINO- 2^ Mostra mercato d'arte- Palazzo Nervi- personale
2001- SANREMO (IM)- Spazio d'arte "La Fenice"-personale
2004 - DOGLIANI (CN)- Galleria "Corte"- personale
2005- RIMINI- Hotel Ambasciatori- personale
2007- HAWAI'S- Rassegna arti visive sul disarmo-collettiva
2008- CUNEO-Galleria "FAS"- personale
2012- OULX (TO)- Arteingiardino "Alberi Infiniti"- installazione modulare
crescente- personale
2013- PARIGI (9 maggio) Resti D'Opera: performance con video "Contro la
fuga dei cervelli italiani all'estero".(Video su YOU TUBE-RESTI D'OPERA)
2013- CUNEO (3 giugno) Resti D'Opera: performance con video "Contro i tagli
alla cultura, alla ricerca, al welfare".(video su YOU TUBE-RESTI D'OPERA)
2013- FERRARA (dal 29/06 al 14/07) Palazzo della Racchetta: "Dramatis Personae".
Il volto e la figura nell'Arte contemporanea italiana- collettiva.
2013- TORINO ( dal 6 al 16/10) Galleria 20 "Dramatis Personae"- Il volto e la
figura nell'Arte contemporanea italiana- collettiva (catalogo Mondadori).
2013- CUNEO – (25/10 – 16/01/2014)- Complesso monumentale di San Francesco:
“grandArte 2013 artisti contemporanei per un progetto sociale” -
collettiva – catalogo Primalpe. 2014- SAVIGLIANO (CN) – (27giugno- 6 luglio) ITINERARTE esperienze e percorsi di Arte Contemporanea- Personale con l'Installazione work in progress “ALBERI INFINITI”
2014- BOSSOLASCO (CN) – (12 luglio – 7 settembre) FORME E COLORI-Artisti a Bossolasco-Personale nella casa del pittore E. Paolucci
2014- MONDOVI' (CN) – (14-24 agosto) – MUSEO della CERAMICA – Personale con l'installazione work in progress “ALBERI INFINITI”