VIDEO:

Palazzo Lomellini a Carmagnola - 2016

Museo della Ceramica di Mondovì - 2014



 

 

Lingua / Language / Langue :

 
Visits n°: 85985
     
      
 
                                       

BIOGRAFIA


                                        Antonio Presti ha realizzato la sua prima personale a Caltanissetta alla Galleria “IL RE D'AREMI” già                                         nel 1968 a soli 17 anni. I dipinti del periodo universitario a Palermo (frequenta la Facoltà di Medici-
                                        na nel 1972/73) sono caratterizzati da una forte carica sociale.
                                        Così scrive Matteo Collura sul GIORNALE di SICILIA  nel 1972  in occasione di una sua   esposizione
                                        a Palermo:                      
                                        “Le tele di Antonio Presti sono come grandi fotografie sgranate: fanno pensare, ad effetti artificiali
                                        tanto usati nel cinema contemporaneo. Un discorso abbastanza moderno anche questo..”

                                        Dal 1974 al 1978 pubblica 4 cartelle comprendenti ciascuna sei linoleografie in bianco e nero e a
                                        colori dedicate alla sua gente di Sicilia, pubblicati su alcune riviste di Arte e Cultura tre le quali, nel                                         dicembre del 1975, IL FOGLIO D'ARTE dove si legge:
“Questa seconda cartella fa parte della numerosa serie di incisioni eseguite dall'artista nel 1974; una sorta di diario grafi-
co nel quale egli, attingendo alla tradizione popolare, evidenzia quelle costrizioni sociali e ambientali che perennemente ostacolano lo sviluppo umano e sociale.”

La sua migrazione in Piemonte, nel 1975, lo porta a Sauze d'Oulx (TO) dove con tre amici fonda la Libreria-Galleria d'Arte “SPAZIO” e cura interessanti esposizioni di artisti torinesi (Ezio Gribaudo, Mario Gambedotti, Giò Minola) ed artisti nisseni (Franco Spena, Andrea Vizzini...). Il contatto con la natura dei boschi ed il silenzio della montagna lo ispirano a creare “un originale intreccio di rappresentazioni arboreo-climatiche-naturalistiche” (Giuseppe Piccoli ).

Nel 1979 si trasferisce a Cuneo, e nel suo atelier/laboratorio nel centro storico sviluppa e realizza vari cicli dedicati agli al-
beri.

“Il lungo, meditato, misurato itinerario pittorico di Antonio Presti si identifica con un naturalismo rivisitato, con una ricer-
ca attenta ai valori del colore e della materia, con una figurazione legata alla visione della realtà.
Un dettato, il suo, che trova un determinante riscontro nell'osservazione del paesaggio circostante, nell'incanto della luce che s'insinua tra i grandi alberi, nell'emblematica definizione del metafisico 'Alberi Blu...'  ” (Angelo Mistrangelo).

Da circa due anni, parallelamente ai “RESTI D'OPERA” sta realizzando l'installazione modulare crescente “ALBERI INFINITI” in continua crescita, come cresce il bosco ( misura attualmente 25 metri, già esposta nell'agosto del 2012 alla manifesta-
zione ARTEINGIARDINO ad Oulx (TO).

Nelle performance dei RESTI D'OPERA riprese in video a CUNEO, PARIGI e in SICILIA , lanciate su YOU-TUBE, l'artista fran-
tuma e trasforma le sue opere per una causa PRO o CONTRO, (dedicato alle donne vittime di violenza fisica e psicologica,  contro la fuga dei cervelli all'estero, ecc.).  La metamorfosi dei dipinti sacrificati  genera i RESTI D'OPERA che l'artista met-
te sotto-vuoto o in barattoli di vetro etichettati, numerati e firmati, per conservarne la memoria.
Le recenti esposizioni del 2013, in collettiva a FERRARA al Palazzo della Racchetta e a TORINO alla Galleria 20 dal titolo “DRAMATIS PERSONAE”, con catalogo Mondadori (in libreria dal Dicembre 2013) hanno riscontrato buon successo di pub-
blico e di critica.

Attualmente vive ed opera tra Torino e Parigi, dove realizza i suoi “boschi della memoria” su carta recente ed antica che trova nei “marchés aux puces” parigini, per farne acquarelli e tecniche miste..

STAMPA SPECIALIZZATA
(Catalogo Bolaffi n.15- Catalogo Mondadori n.40, ecc.)


PRINCIPALI MOSTRE PERSONALI E COLLETTIVE

1969- CALTANISSETTA-Galleria "Il Re d'Aremi" 1^ personale
1971-PALERMO- Collettiva di pittori Nisseni
1979- SAUZE D'OULX- Galleria d'Arte "Spazio"-personale
1980- CUNEO- Galleria d'Arte "Etruria"- personale
1981-  TORINO- Galleria d'Arte "Doria" - collettiva
1993- BOLOGNA- Arte Fiera- personale
1995- LIMONE PIEMONTE (CN)-Galleria "Arteincornice"-collettiva
1997- OULX (TO)- Arteingiardino-personale
1999- SALUZZO (CN) IV mostra mercato d'arte contemporanea-personale
2001- TORINO- 2^ Mostra mercato d'arte- Palazzo Nervi- personale
2001- SANREMO (IM)- Spazio d'arte "La Fenice"-personale
2004 - DOGLIANI (CN)- Galleria "Corte"- personale
2005- RIMINI- Hotel Ambasciatori- personale
2007- HAWAI'S- Rassegna arti visive sul disarmo-collettiva
2008- CUNEO-Galleria "FAS"- personale
2012- OULX (TO)- Arteingiardino "Alberi Infiniti"- installazione modulare
crescente- personale
2013- PARIGI (9 maggio) Resti D'Opera:  performance con video "Contro la
fuga dei cervelli italiani all'estero".(Video su YOU TUBE-RESTI D'OPERA)
2013- CUNEO (3 giugno) Resti D'Opera: performance con video "Contro i tagli
alla cultura, alla ricerca, al welfare".(video su YOU TUBE-RESTI D'OPERA)
2013- FERRARA (dal 29/06 al 14/07) Palazzo della Racchetta: "Dramatis Personae".
Il volto e la figura nell'Arte contemporanea italiana- collettiva.
2013- TORINO ( dal 6 al 16/10) Galleria 20 "Dramatis Personae"- Il volto e la
figura nell'Arte contemporanea italiana- collettiva (catalogo Mondadori).
2013-  CUNEO – (25/10 – 16/01/2014)- Complesso monumentale di San Francesco:
“grandArte 2013 artisti contemporanei per un progetto sociale” -
collettiva – catalogo Primalpe. 2014- SAVIGLIANO (CN) – (27giugno- 6 luglio) ITINERARTE esperienze e percorsi di Arte Contemporanea- Personale con l'Installazione work in progress “ALBERI INFINITI”
2014- BOSSOLASCO (CN) – (12 luglio – 7 settembre) FORME E COLORI-Artisti a Bossolasco-Personale nella casa del pittore E. Paolucci
2014- MONDOVI' (CN) – (14-24 agosto) – MUSEO della CERAMICA – Personale con l'installazione work in progress “ALBERI INFINITI”